Luogo misterioso quanto ameno, pieno di oscuri presagi, ma con angoli ricchi di vita, rigogliosa vegetazione, arte e cultura. Luogo, soprattutto, dominato dalla natura che, con la sua imponente presenza, sembra volerne custodire tesori e misteri.

La villa d’Ayala, ha uno sviluppo planimetrico di circa 600 metri quadrati ed abbraccia la torre ed il contiguo cortile interno per una altezza massima di circa 20 metri per un totale di tre piani e un sottotetto. Il perimetro superiore del secondo piano e del sottotetto sono provvisti di merli e agli angoli sorgevano cinque torrette, crollate e demolite a seguito dei danni causati dal sisma del 1980. La Torre, denominata da alcune fonti Torre Normanna, è addossata al lato nord del Palazzo e rappresenta la preesistenza più antica del complesso.


villa d'ayala giardini

Il giardino della Villa, che è già ben visibile dal centro del paese di Valva, si sviluppa per una misura compresa tra i 17 e i 18 ettari ed è interamente circondata da mura. Il suo disegno attuale è riconducibile ad una realizzazione del XVIII secolo e di quest’epoca presenta alcune caratteristiche tipiche, infatti il giardino si configura come un bosco ceduo misto, con una prevalenza di lecci, castagni ed aceri, di grande estensione e, come caratteristico dell’epoca, appunto, come bosco produttivo: esso è solcato da viali pressoché rettilinei ma che disegnano una scacchiera irregolare, dei quali alcuni ripercorrono i tracciati originali altri sono di epoca più recente. Il parco a funzione produttiva è poi caratterizzato da alcuni episodi verdi, laddove più forte emerge la traccia dell’intervento dell’uomo, che sono fondamentalmente i due giardini all’italiana, quello in prossimità dell’ingresso e quello di pertinenza del Castello, ed il Teatrino di Verzura.

Tutto il parco risulta disseminato di arredi quali fontane, statue, piccole architetture; di estremo interesse è il sistema di caverne e canali, probabilmente risalente ad epoca romana e con funzioni di incanalatura delle acque, che attraversa il parco nella sua estensione.

Il parco si configura come un viaggio nel passato e nel mistero, rimembrando la sensazione che la natura selvaggia, a volte rappresentata da alberi pregiati e rari, domini gli antichi fasti, inglobati dalla sua maestosità, in modo da coprire e proteggere la storia e la vita, i ricordi e le testimonianze, custodendo, inoltre, gelosamente e benevolmente, i misteri ed i segreti di villa d’Ayala attraverso i secoli, fino ad oggi.

Piazza della Rimembranza 84020 Valva (Salerno)
+39 349.0946232
Biglietto: 5€ | 3€ ridotto per gruppi con più di 5 persone
Orario d'apertura
LunedìTour guidato su richiesta
MartedìTour guidato su richiesta
MercoledìTour guidato su richiesta
GiovedìTour guidato su richiesta
VenerdìTour guidato su richiesta
Sabato9:30 - 12:30 e 15:30 - 18:30
Domenica9:30 - 12:30 e 15:30 - 18:30

Su questo sito web è attivo l'utilizzo dei cookie. Usando il nostro sito accetti la nostra policy e dai il consenso all'utilizzo dei cookie.